martedì 18 giugno 2013

Never ending story.









Ecco la storiellina di questo mese. Racconti di vita vissuta, mica pizza e fichi. Comunque, più vado avanti più mi rendo conto che il nostro mestiere, alla fine, non se lo fila (quasi) nessuno. Non sto ad elencare tutte le volte che mi sono sentita dire: "Ah, disegni... Si ma qual'è il tuo vero lavoro?" e il successivo sguardo di sufficienza una volta spiegato che questo si, è il mio vero lavoro. Che è molto bello, ma anche molto complesso. E che un disegno, per quanto semplice, racchiude in sé anni di studio, un'abbondante documentazione, una ricerca stilistica e la sperimentazione dei materiali. E parlando anche di fumetti, se prendo ad esempio il mio progetto di Sisi, ho impiegato moltissime energie, molto tempo e inoltre sono andata a vedere tutti i luoghi da lei vissuti per rendere l'ambientazione della mia storia credibile... Un bel po' di lavoro, insomma.
Un fumettaro-illustratore lavora sodo, lavora tanto, lavora a più cose contemporaneamente perché sennò non ha i soldi per campar, ha orari impossibili, non ha ferie pagate, se si ammala sono cavoli suoi, deve scrivere ottocento milioni di mail per farsi considerare da un editore/agenzia, e soprattutto deve fare pressing pesante per reclamare il denaro che gli spetta, perché non sempre fila tutto liscio come dovrebbe. Dunque. Il prossimo che mi dice che cosa è un'illustratrice, o che mi chiede se questo è un vero mestiere, verrà falcidiato all'istante. Siete avvisati.  

5 commenti:

  1. BRAVA GIO!! ATTACCA! sbranali tutti!! uff...santissima pazienza, dai ...resisti! ps--> un'altra fantastica storiella della Gio, mi piace un sacco :) ehehehhe

    RispondiElimina
  2. giò confortati, quando dico in giro che studio per fare il traduttore mi sento rispondere così: "ah, pensavo fosse solo un'applicazione di google non un vero mestiere!"

    RispondiElimina
  3. @Alix Grazie!!! Io attacco, attacco!! La prossima volta mi metto una maglietta con scritto: "attenzione che mordo" :)
    @Alis immagino, alla fine in certi lavori è sempre così... Rabbia!!! :/

    RispondiElimina
  4. Alessia Artemisia18 giugno 2013 13:52

    ahah, carinissima la storia xD è vero, molta gente pensa che i disegni escano così, dal "posteriore", per non essere volgari.. xD bisogna portare alto il vessillo dei disegnatori! U.U

    RispondiElimina
  5. @ Alessia... hai perfettamente ragione! Forza e coraggio!

    RispondiElimina